Strategia delle opzioni di gamma

Contenuto

    strategia delle opzioni di gamma

    In pratica sono strategie simili alle butterfly ma mancanti di una delle due ali. Chi imposta queste strategie deve quindi fare una duplice previsione su movimento direzionale e movimento di volatilità.

    strategia delle opzioni di gamma

    Gamma: ha il suo massimo valore sullo strike B e diventa negativo se alla scadenza il sottostante si trova in prossimità dello strike A. Theta : è positivo per quasi tutta la posizione, e diventa negativo in prossimità dello strike A Vega : è negativo e quindi la posizione produce una perdita qualora il valore di volatilità del mercato dovesse aumentare; diventa positivo in prossimità dello strike A.

    Indicatori di sensitività a 30 giorni dalla scadenza: Delta : diminuisce progressivamente con la diminuzione del valore del sottostante; alla scadenza diventa positivo se il valore del sottostante è nelle vicinanze dello strike A. Gamma: è positivo ed ha il massimo valore in prossimità dello strike A; diventa negativo approssimandosi alla scadenza se il valore del sottostante si trova nelle vicinanze dello strike B. Theta : è negativo per quasi tutta la posizione, diventa positivo alla scadenza in vicinanza dello strike B.

    Vega : è positivo e quindi la posizione produce un utile qualora il valore della volatilità del mercato dovesse aumentare; diventa negativo in prossimità dello strike B. Indicatori di sensitività a 30 giorni dalla scadenza. Delta : aumenta progressivamente con la diminuzione di prezzo del sottostante.

    strategia delle opzioni di gamma

    Diventa negativo alla scadenza avvicinandosi allo strike B. Gamma strategia delle opzioni di gamma è negativo ed ha il suo massimo valore negativo in prossimità dello strike A; alla scadenza diventa positivo se il valore del sottostante si trova nelle vicinanze dello strike B. Theta : é positivo per quasi tutta la posizione e diventa negativo in prossimità dello strike B. Vega : è negativo e quindi la posizione produce una perdita qualora il valore di volatilità del mercato dovesse aumentare; diventa positivo in prossimità dello strike B.