Scegli il paese

Opzioni di codifica dei forti

opzioni di codifica dei forti

Territori transnazionali ad esempio aerei o navi da crociera Oltre ai codici delle zone vi sono anche alcuni codici speciali. Inoltre esistono lettori di tipo RPC-1, o regional free, cioè non contrassegnati per una zona specifica: essi sono in grado di leggere DVD provenienti da qualunque zona.

  • Storia[ modifica modifica wikitesto ] La sua genesi è dovuta alla ricerca, da parte del mondo della telefoniadi un sistema efficiente di moltiplicazione delle informazioni, attraverso la digitalizzazione e semplificazione dei segnali.
  • Quali sono i formati video più utilizzati | Libero Tecnologia
  • Opzioni binarie 24opton

Recentemente è stato sviluppato il Regional Code Enhancement RCEun sistema di codifica regionale migliorato che utilizza il linguaggio di programmazione dei DVD un linguaggio a basso livello con una sintassi simile opzioni di codifica dei forti quella del DOS per scoprire se il codice regionale del lettore DVD è stato manomesso al fine di bypassare la codifica regionale.

Il codice regionale è un contrassegno.

opzioni di codifica dei forti

Nel mondo un film e, conseguentemente, il DVD-Video relativo esce prima nel paese di produzione; pertanto se non ci fossero i codici regionali, sarebbe possibile acquistare all'estero un DVD-Video prima che esso venga proiettato in sala nel paese dell'acquirente.

Analog Protection System Macrovision [ modifica modifica wikitesto ] Macrovision è un tipo di protezione hardware consistente nell'invio di un picco di tensione sull'uscita video di un qualunque riproduttore dotato del circuito apposito; la tensione viene inviata una volta ogni n secondi, come codificato nel DVD-Video, che deve essere specificamente codificato con l'apposito opzioni di codifica dei forti in modo da prevedere questo tipo di protezione.

Il picco di tensione sull'uscita video del lettore comporta il fatto che un dispositivo dotato del Controllo automatico del guadagno che prenda in ingresso questo flusso, come ad esempio un videoregistratore o un videoproiettore visualizzerà una serie di artefattio di fotogrammi illeggibili, alternati a fotogrammi integri.

opzioni di codifica dei forti

Il segnale distorto manda fuori fase la gestione automatica del sistema di sincronismo verticale del lettore che sta prendendo in input il segnale, causando la visualizzazione di fotogrammi caratterizzati da forti variazioni di luminosità. Inoltre la distorsione comporta anche cambi di informazioni colorbust. Il risultato finale sarà un video inguardabile, perché pieno di quadretti colorati, bagliori e spezzoni indecifrabili.

Sfoglia la documentazione? I sistemi di posizionamento fotoelettrici sono utilizzati per ottenere un rilevamento millimetrico della posizione di navette e veicoli di trasporto. Sia in ambienti interni che esterni, il sistema WCS è resistente alla luce ambiente grazie al suo design a forma di U e alla sua scansione fotoelettrica che protegge dall'usura. Fumo, polvere e variazioni di temperatura non hanno alcun impatto: il sistema WCS fornisce informazioni di posizionamento affidabili, anche a velocità elevate. Per applicazioni in condizioni ambientali estreme o su distanze particolarmente lunghe, sono stati sviluppati anche i modelli WCS Outdoor e WCS Extended abbinabile opzionalmente all'accessorio Outdoor.

La protezione Macrovision è stato uno dei primi tipi di protezione e fu implementato originariamente per impedire la duplicazione delle videocassette VHS.

Non solo i videoregistratori e lettori DVD da tavolo sono dotati di questo circuito ma anche le normali schede video dotate di TV-Out, che hanno sull'uscita video la protezione. Le chiavi di accesso del titolo specifico sono memorizzate in un'area riservata del disco, detta hidden area. Le chiavi di accesso funzionano in cascade, cioè una chiave di livello gerarchico superiore la chiave del lettore è usata per decriptare la chiave del disco; quest'ultima è utilizzata per decriptare la chiave del titolo.

opzioni di codifica dei forti

I dati audiovideo sono cifrati con le chiavi suddette, quindi la mera copia produrrà video illeggibili. È un sistema hardware volto ad impedire la copia tramite le connessioni USB e Firewire.

opzioni di codifica dei forti

Mentre il Macrovision è un sistema sviluppato per impedire la copia dei contenuti trasmessi attraverso l'uscita video analogica, il DTCP è concepito per impedire la copia dei contenuti trasmessi tramite connessioni digitali.

Il DTCP cripta il contenuto prima di trasmetterlo attraverso l'uscita digitale; se il lettore che prende in ingresso lo stream non è certificato DTCP, non sarà in grado di autenticarsi con il dispositivo sorgente e non potrà decriptare i dati. Utilizza un sistema di chiavi analogamente al CSS. Nei DVD vengono introdotte di proposito alcune celle contenenti dati illeggibili o corrotti, in modo da far abortire il processo di ripping del file contenente tali dati.

Adobe Media Encoder

Questo fenomeno spinge alcuni osservatori a preconizzare una nuova crisi del cinema mondiale. In questo senso le major stanno già sviluppando per le sale nuovi schermi e rinnovati effetti 3Dmolto più avanzati rispetto a quelli ottenibili con gli "occhialini" rossi e blu degli anni cinquanta.

opzioni di codifica dei forti

Per questo motivo molti produttori hanno investito su supporti digitali più recenti, molto più capienti dei DVD e quindi in grado di contenere filmati caratterizzati da un bitrate molto più elevato. In questo contesto non si è scorta, a differenza di come avvenne agli esordi del DVD-Video, una forte volontà di realizzare uno standard.

Bisogna considerare che, rispetto ai tempi dell'introduzione del DVD metà anni novantail pubblico è molto più abituato ai supporti ottici ; inoltre l'utenza moderna è già potenzialmente recettiva ad accogliere un nuovo formato che garantisca una qualità dei contenuti video e audio più elevata.

Il successivo annuncio, da parte di DisneyWarner Bros. La reale capienza in minuti di un DVD-video dipende dal tipo di ripresa e dai settaggi scelti per i parametri della codifica in MPEG Per qualsiasi supporto di memorizzazione digitale, l'unità di misura della capienza in uso è il byte.